Thursday, April 30, 2009

Post Comicon


Per la prima volta dopo un festival non ho molta voglia di farne il resoconto. L'edizione 2009 del Comicon è sicuramente stata quella di maggior successo, un macello di gente sì, ma per la maggior parte composto da ingombranti cosplayers che si accalcano, spintonano, si fotografano e dei fumetti su carta pare non sbattergliene nulla. Prendete la massa di gente che affolla Lucca Comics + quella dei Games, fondeteli insieme in un bel castellone che purtroppo non li contiene e avrete ingresso e uscita bloccati per motivi di sicurezza per tutto un pomeriggio, vendite generali basse, attenzione latente, lamentele e qualche protesta. L'organizzazione non s'aspettava tale marasma e purtroppo gli intoppi si sono sentiti. Nessuno ha grandi colpe ma di sicuro la prossima edizione andrebbe ripensata diversamente. Finora dei miei quattro comiconi è quello che m'ha entusiasmato meno. E infatti non ho fatto foto. Quella sopra miramare è courtesy of Samantha. Se il caro Marcuzzo che le ha fatte ne posterà, scipperò e aggiungerò. Per ora salutebbaci a tutti i comari di china, meno male che c'eravate voi. Tra cui Igor, Leila, Giacomo, Mariotto, Massimo, Massimo 2, Massimo 3, Omar, my brother in spirit Squaz, Vincent & Giusi, Ivan, Pira, Tuono Pettinato, Christian, Santuccio, Federico, e welcome alle nuove facce: Davide Reviati, Rocco e Simone di Lamette, Alex Tirana, Talami, Emiliano Rabuiti per dir solo i primi che ricordo.

Invece prima di partire per Napoli un mattino scendo in studio e trovo Pumbo a pittare un'apocalittico peto tonante su carta al mio tavolo. Chevvolere di più? Annuso e immortalo.


Ora al tavolo ci son di nuovo io, non a infiammar peti ma a invignettare il quarto e ultimo Grotesque. Nel frattempo, l'official booklet della Fabbrica di Polli è acquistabile on line qui, mentre su SPLOG! ho postato il primo di una serie di alcuni miei vecchi dipinti.
A prrrrrr!est

10 comments:

Anonymous said...

Ti ha usato tutto il bianchetto?

vark

samantha said...

se vuoi ho anche la foto di un camion della nettezza urbana.alla prossima!

rocco lombardi said...

Ciao Sergio, opinioni condivise sul Comicon, se non danno una raddrizzata al tiro o se addirittura hanno scelto che questa debba essere la direzione smolleranno un pò tutti la manifestazione.
Vendo con enorme sorpresa ed entusiasmo che hai contribuito a questa versione di carta della fabbrica dei polli! Mai trasmissione radiofonica mi fu più congeniale! Vedrò di procurarne copia assolutamene!
Ciao!

sergio ponchione said...

vark: niente bianchetto, pumbo non sbaglia quindi non corregge. beve solo china bianca e gelly roll, ma con moderazione

samantha: chissà, se dovessi mai fare l'obliquomo che butta la monnezza potrebbe tornarmi utile ;-)

rocco: con enorme sorpresa ed entusiasmo vedo che la fabbrica ti congenia e attizza. procurati, procurati, confezione extra di Gustaccio omaggio anche per te!

kool said...

Grotesque finisce col quarto numero? Scusa ma non doveva finire col sesto? Hai già un'idea di cosa realizzerai come post-grotesque?

Grazie :)

kool said...
This comment has been removed by the author.
sergio ponchione said...

Già, doveva, ma per motivi gestionalorganizzativeditoriali (tipo le coedizioni estere) è bene che le collane Ignatz non siano troppo lunghe, perciò ho ridimensionato il tiro a 4 numeri.
Dopo Grotesque lavorerò a un'unica storia lunga, un romanzo a fumetti, o un/a graphic novel come fessamente s'usa ormai dire nei salotti. Così, con tempismo zero, quando la moda sarà ormai passata, sarò finalmente di moda io. Ma dopo i racconti brevi di Obliquomo, quelli medi di Grotesque, il racconto lungo è quasi un passo obbligato, se non necessario.

kool said...

grazie per le succulenti news :)

in bocca al lupo ;)

Giacomo said...

Eh,l'edizione che ci andammo assieme rimane allora nei miei ricordi come unica e insostituibile indeed :-)

Bye

Jack

sergio ponchione said...

specie per il nostro inghippo ferroviario ;-)...
abbracci Jack