Tuesday, April 13, 2010

The art of being O'Blique


Dalle colonie francesi mi giunge notizia che L'Obliquomo, dopo aver già subdolamente contaminato mezzo mondo artistico, ha deciso di varcare in prima persona addirittura la soglia del Centre Pompidou a Parigi.
Appare infatti in "In the Land of the Rising Sun" (2008), uno dei tanti collages dell'artista islandese Errò, che compongono "Rock and Role", sua personale al celebre museo parigino.

Errò (1932) è un artista islandese, ma francese d'adozione, che partito dal surrealismo e dal nouveau réalisme, viene spesso considerato tra i primissimi artisti pop. Fin dalla fine degli anni '50 realizza collage per i quali ritaglia frammenti di pubblicità, illustrazioni da riviste popolari, riproduzioni di opere d'arte famose e (naturalmente) fumetti, combinando il tutto in accostamenti ironici, che aggiungono nuovi significati alle singole immagini. Nel tempo ha preso molto dai comics americani: Kirby, fumetti di guerra, porno, Disney, fino ai più recenti autori Image e a Tank Girl, spesso con un taglio di critica politica e di ironia sulla società dei consumi. Perchè abbia scelto, o meglio sia stato scelto dall'Obliquo per ospitarlo nobody knows, forse per un contorto sguardo sul minaccioso e sempre più incalzante Sol Levante? Possibile. Fatto sta che l'Obliquomo pare dunque ormai ufficialmente già "storicizzato", e ammirabile in mostra oltralpe fino al 24 maggio. Alè.
Se sarete in zona, fra una bagette e l'altra buttateci un occhio.
Grazie mille a Stefano ed Elena per segnalazione e foto.

9 comments:

VARK said...

Minchia.

telegiornale dei sogni said...

sembra l'inizio dell'ultima puntata del prof. hackensack...

sergio ponchione said...

L'hai detto. Il cerchio si chiude, o marzullamente blaterando, la vita è un fumetto o i fumetti aiutano a vivere?

SQUAZ said...

fantastico!
manco a dirlo...

diflot said...

ormai sei sdoganato, non potrai più fare fumetti ma solo gra(n)fik novels :P :P

sergio ponchione said...

Sì, Gran Fik Novel, la nuova sfrontata frontiera del fumetto erotico d'autore, dove la letteratura disegnata incontra la patonza disegnata, ricca di risvolti autobiografici, psicologici e intimisti.
Mi piace, la farò.
Magari pure senza risvolti.

SQUAZ said...

ahr ahr... fallo! fallo!

sergio ponchione said...

vulva! vulva!

diflot said...

pendiamo dalle sue (grandi) labbra :P