Sunday, January 09, 2011

L'edicola senza tempo


Tornate per un'attimo ragazzini e fate un salto alla vostra vecchia edicola a sbirciare se è uscito il nuovo numero del vostro fumetto preferito...
Come? È uscito?! Eh eh, vi sento gioire fin da qui.
Per chi l'ha provata, ecco un'omaggino vintage a quell'incontenibile e spensierata emozione che vi coglieva quando ciò succedeva. Rimanete ancora ragazzini e preparatevi a un posto dove non ci sono solo le ultime novità ma proprio quell'albo che cercavate da sempre.

Se amate i fumetti non ditemi di non aver mai sognato un posto così. Bene, tornate a gioire, cresciutelli e nostalgici mangiacarta: quel posto C'È.
E lo trovate in tre pagine su Linus di gennaio.
Correte in edicola a cercare l'edicola!

Sempre su Linus, nella sua rubrica Dario Buzzolan prova a telefonare a Samuel Beckett per proporgli un'idea su cui lavorare...




Invece fuori da Linus, due segnalazie nell'internèt.

Sul sito musicale Retrophobic trovate un'intervista su come i miei gusti sonori si sposino con le mie gesta grafiche, fattami dal suo simpatico curatore Fabio Pasquarelli, che qui saluto e ringrazio.

Essendo ovunque, da qualche tempo l'Obliquomo bazzica pure su facebook. Io ne rimango alla larga e lo lascio fare sotto l'occhio tutore della mia adepta Elena, che ne seguirà le gesta. Se passate di a salutarlo ne sarà contento...

8 comments:

VARK said...

L'edicolante molestatore seriale di regazzini? :-)

PS: ormai lettering diggitale, eh?

Sergio Ponchione said...

L'ambuedicolante solo per la psiche è pericolo costante, mai mette mano sotto alle mutande.

digilettering: torna comodo, torna comodo...

VARK said...

Ma sbaglio o ti sei fatto un font dalla tua scrittura?

Sergio Ponchione said...

È il font usato da fantagraphics per l'edizione USA di grotesque. Me lo sono fatto dare e poi ho scoperto che l'avevano fatto apposta in coconino, credo proprio sulla mia scrittura.

Fabio Milito Pagliara said...

che idea stupenda :)

Sergio Ponchione said...

doppio graz, anche x splog!

LUIGI BICCO said...

Ciao, Sergio.
Sul fatto che ti piacesse Frank Zappa, non so perchè, avevo davvero pochi dubbi. Sarà per quei baffoni un po' così o per la sua musica caparbia e un po' prepotente.

Bellissima la tavola dedicata all'edicola senza tempo.

Ma quand'è che ti danno l'oscar?

Sergio Ponchione said...

Già, quando?
Me lo chiedo caparbiamente e prepotentemente ogni giorno, pensando a FZ e a Wilson di Clowes ;)
Grazie anche a te, Luigi.